Milan-Genoa 2-1: Suso, poi Romagnoli fa autogol e gol

Subito in vantaggio con lo spagnolo, i rossoneri si fanno raggiungere da un’autorete di Romagnoli a inizio ripresa. Poi il capitano si fa perdonare con il gol partita

 

All’ultimo respiro, il Milan batte il Genoa 2-1 nel recupero della prima giornata di campionato e sfrutta la grande occasione di agganciare la Lazio al quarto postoAl secondo gol consecutivo di Suso rispondono i rossoblù con la sfortunata autorete di Romagnoli su tiro-cross di Kouamé, ma il capitano rossonero trova il riscatto personale in pieno recupero beffando Radu con un pallonetto. Senza Bonaventura, Biglia e con diversi giocatori non in perfette condizioni, Gattuso opta per un inedito 3-5-2 con Suso e l’ex Laxalt sulle corsie laterali, con Calhanoglu e Bakayoko in mediana e ancora una volta la coppia Higuain-Cutron in attacco. Modulo speculare per il Genoa, che insiste sul duo Kouamé-Piatek per provare a pungere dalle parti di Donnarumma.

Il Milan parte fortissimo e la sblocca dopo appena 4 minuti con Suso, che si accentra e sorprende col sinistro Radu dalla distanza; un premio a 20 minuti convincenti dei rossoneri, bravi a fare pressione e ad interpretare con cattiveria la partita, non consentendo l’avversario di uscire. Ma col passare dei minuti, la squadra di Gattuso cala sia fisicamente che a livello di attenzione e un paio di svarioni in disimpegno fanno scattare l’allarme rosso. Ma è a inizio ripresa che il Genoa trova il meritato pari, nella maniera più rocambolesca: Bakayoko gestisce con superficialità una palla in area di rigore e Koaumé, complice la carambola sul piede di Romagnoli, batte Donnarumma.

I rossoneri si rovesciano in attacco alla ricerca del gol della vittoria, ma Radu è prodigioso in almeno due occasioni su Higuain e una volta su Kessie, mentre il Genoa, che si affida alle ripartenze, ha la clamorosa occasione per ribaltare il risultato con Lazovic, trovando la risposta super di Donnarumma. Gattuso inserisce Abate e Castillejo per avere soluzioni nuove, ma è Romagnoli a trovare il colpo risolutivo al 92°, trovando una spettacolare girata dopo l’uscita scriteriata di Radu.

Milan-Genoa 2-1: il tabellino

MILAN-GENOA 2-1
(primo tempo 1-0)
MARCATORI Suso (M) al 4′ p.t.; autogol di Romagnoli (M) all’11’, Romagnoli (M) al 46′ s.t.
MILAN (3-5-2) G. Donnarumma; Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessie, Bakayoko, Calhanoglu (dal 38′ s.t. Castillejo), Laxalt (dal 18′ s.t. Abate); Higuain, Cutrone. (Reina, A. Donnarumma, Bellanova, Conti, Simic, Zapata, Bertolacci, Mauri, Borini, Halilovic). All. Gattuso
GENOA (3-5-2) Radu; Biraschi, Gunter, Criscito; Lazovic, Romulo (dal 22′ s.t. Veloso), Mazzitelli (dal 33′ s.t. Omeonga), Bessa, Zukanovic; Kouamé, Piatek (dal 40′ s.t. Pandev). (Vodisek, Russo, Pereira, L. Lopez, Rolon, Hiljemark, Medeiros, Dalmonte, Lapadula). All. Juric
ARBITRO Pasqua
NOTE ammoniti Criscito, Kessie, Veloso, Rodriguez

la maglia di higuain di tutte le misure.

e il bracciale del Genoa calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *