Serie A, Cagliari-Chievo 2-1: i sardi volano, Ventura ancora k.o.

Pavoletti e Castro lanciano i rossoblù verso i tre punti. Gli scaligeri si svegliano tardi e restano a -1

CAGLIARI – Seconda sconfitta su due per Giampiero Ventura che, dopo i 5 gol incassati in casa dall’Atalanta in casa, oggi ne prende 2 a Cagliari e sono sufficienti alla squadra di Maran per conquistare il bottino pieno. Segna Pavoletti nel primo tempo, nella ripresa raddoppia Castro, mentre i veneti realizzano con Stepinski ma quando è troppo tardi

CHIEVO SENZA IDEE – Al minuto 21 altro corner, stavolta la palla sfila sul secondo palo ma Srna calcia alto. I veneti fanno girare palla in difesa ma in modo lento, senza idee e senza un concetto di gioco. Il Cagliari ha così vita facile e al 38′ Joao Pedro ha un’altra chance ma manda la palla sul fondo col sinistro. L’unica occasione degli ospiti arriva al 42′ quando Depaoli dal limite conclude col destro mandando di nulla il pallone sul fondo.

PRIMO TEMPO — Maran conferma le impressioni della vigilia: rimette Srna sulla catena difensiva di destra, conferma Pisacane con Ceppitelli al centro della difesa, mentre in attacco torna, ovviamente, Pavoletti in coppia con Joao Pedro. Ventura cambia qualcosa, innanzitutto inserendo Meggiorini accanto a Stepinksi davanti. Birsa resta in panchina. Giaccherini, ristabilito, va in campo a creare scompiglio. Ma prima del via l’ex ct azzurro perde anche Hetemaj che si fa male in riscaldamento e così al suo posto c’è Rigoni. Un 3-5-2 per Ventura con accenni di 3-4-2-1. Dietro c’è Cesar per lo squalificato Barba. La differenza tra le due squadre è palese, il Chievo fa fatica a impostare, si regge solo sulla mobilità e la tecnica di Giaccherini, ma dopo 15′ il Cagliari passa: angolo di Joao Pedro sul quale ci mette come al solito la testa Pavoletti che anticipa Bani e Cesar. Quinto gol del bomber livornese. La reazione clivense non c’è: anzi è Bradaric, sempre su angolo di JP10 a spedire fuori la palla del 2-0. Il Chievo mette il naso avanti nel finale di tempo ma una volta salva Ceppitelli con un’ottima diagonale, l’altra è De Paoli, imbeccato dal solito Giak, a calciare fuori di pochissimo. Più che altro il Chievo colleziona cartellini: Giaccherini, Rossettini.
SECONDO TEMPO — Sembra che nell’intervallo Ventura abbia ribaltato lo spogliatoio: Giaccherini colpisce, ma Cragno respinge dopo 8′, ma al 14′ il Cagliari la chiude: Scende Barella che innesca Padoin che crossa da sinistra, la palla arriva a Pavoletti che, intelligentemente, vede Castro che arriva. Lo serve e il Pata scarica un destro da urlo imprendibile per Sorrentino. 2-0. L’argentino non esulta, ci sta quasi male perché vede la sua squadra alle corde ed è una parte della sua vita. Il Chievo non c’è, prende altri gialli, anzi Meggiorini rischia il rosso su Castro. Poi esce in staffetta con Birsa. E Maran fa riposare pure il totem Pavoletti inserendo Cerri (che si fa pure ammonire), forse troppo presto. Non c’è più neanche Giak, l’anima della squadra che si mangia una grande occasione per fare 2-1, mentre poco prima Bani di testa era stato più sfortunato. Ma il Chievo il 2-1 lo trova al 34′ quando il Cagliari, con Cigarini al posto di Bradaric e dopo un gran tiro di JP10, si rilassa fin troppo. Su una ribattuta corta di Pisacane trova Stepinski che fa dai e vai con De Paoli che lo trova tutto solo in area per colpire indisturbato di testa. I bianchi di Ventura, con Birsa si scuotono e provano a raggiungere il pareggio. La partita si innervosisce ancora, Maran si protegge inserendo Dessena per Barella (sostituito per la prima volta in stagione) e il Cagliari riesce a tenerla in pugno e a far festa in gruppo davanti alle due curve. Ma Castro, straordinario, va ad abbracciare gli ex compagni, uno per uno. Il bello del calcio.

Cagliari-Chievo 2-1 (1-0)
Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric (31′ st Cigarini), Barella (40′ st Dessena); Castro; Joao Pedro, Pavoletti (23′ st Cerri). In panchina: Rafael, Aresti, Romagna, Andreolli, Farago’, Sau. Allenatore: Maran
Chievo (3-5-2): Sorrentino; Bani, Cesar, Rossettini; Depaoli, Rigoni, Radovanovic (42′ st Pellissier), Giaccherini, Jaroszynski (36′ st Kiyine); Stepinski, Meggiorini (19′ st Birsa). In panchina: Seculin, Semper, Tanasijevic, Obi, Burruchaga, Leris, Grubac. Allenatore: Ventura
Arbitro: Piccinini di Forlì
Reti: 15′ pt Pavoletti; 14′ st Castro, 34′ st Stepinski
Ammoniti: Giaccherini, Rossettini, Rigoni, Meggiorini, Kiyine, Cerri, Stepinski
Angoli: 8-2 per il Cagliari
Recupero: 1′; 3′.

per tutti gli i tifosi cagliaritani ♥️💙⚽

3 thoughts on “Serie A tim 10 giornata 2018/19: il Cagliari c’entra la sua seconda vittoria di fila in casa contro il Chievo Verona…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *