Cagliari-Bologna 2-0, Joao Pedro e Pavoletti affossano Inzaghi

Joao Pedro e Pavoletti a segno contro la squadra di Inzaghi, che fa vedere poco o nulla. I padroni di casa portano a casa 3 punti importanti

PRIMO TEMPO — Prima del via scontro tra tifosi: ci rimette un bolognese, colpito al volto. Si comincia: Maran, che in difesa ripropone Romagna con l’ottimo Pisacane, in attacco fa quello che pensava di fare con qualche giornata di ritardo: Joao Pedro seconda punta accanto a Pavoletti. Mossa azzeccata perché il brasiliano si rivela decisamente più concreto e pericoloso di Sau e Farias che finora si erano alternati. Con Castro trequartista a svariare da una parte all’altra. E qui sta la chiave perché quelli del Bologna non lo prendono mai. L’argentino, mvp, li fa impazzire. Sembra quello di Verona. Il centrocampo più muscolare (con Ionita, Bradaric e Barella) dei sardi sovrasta quello dei bolognesi perché Dzemaili è troppo lento e Nagy è l’ombra di se stesso. Solo Mattiello (che compie l’unico tiro dopo 12′ bloccato da Cragno) e Svanberg meritano il 6 in pagella, mentre il Cagliari corre, va, cerca profondità e inserimenti e non solo palle alte per Pavoletti. Ma il vantaggio dei padroni di casa arriva dopo 22′ proprio di testa con Joao Pedro che stacca completamente solo con Danilo che colpevolmente non se ne accorge, su splendida pennellata di Castro che si beve Calabresi. Il Cagliari perde Srna per un problema alla schiena e butta dentro Faragò. La partita è nervosa, Pasqua (che tira fuori 6 gialli) fa fatica a controllarla ma fino al quinto minuto di recupero non succede più nulla.
SECONDO TEMPO — Il Bologna ha il compito di raddrizzarla, il Cagliari di chiuderla. Va bene alla squadra di Maran. Inzaghi inserisce Krejci per Djiks. Ma ha poco da tutti: Falcinelli riesce a girarsi e tira fuori, Nagy fa la prima cosa bella e impegna Cragno che manda in angolo. Inzaghi punta su Orsolini come con l’Udinese e toglie De Maio passando al 4-4-2 con velleità di 4-2-4, ma dopo una stupida rissa su un fallo laterale che vede protagonisti Dessena e Okwonkwo (che se la prende con un raccattapalle che non dà il pallone), giustamente ammoniti, e dopo che Skorupski si salva in angolo sullo scatenato Joao Castro concede il bis: stavolta si fuma Svanberg e mette al centro dove sono soli sia JP che Pavoletti che colpisce e fa 2-0. Ci sono ancora due prodezze di Cragno su Dzemaili e Mattiello. E poi finisce lì.

Cagliari-Bologna, scontri tra tifosi. Ferito un supporter emiliano

Due scaramucce in mattinata: una vicina al centro e l’altra nei pressi della Sardegna Arena

Bologna, 6 ottobre 2018 – Tensione a Cagliari, nel pre partita di Cagliari-BolognaDue scaramucce tra le due tifoserie, hanno contraddistinto le ore precedenti alla gara in programma alle 15 alla Sardegna Arena. Una nei pressi del centro, l’altra vicino allo stadio.

In entrambi i casi supporter del Bologna stavano uscendo dal ristorante e hanno incrociato quelli sardi: insulti e spintoni prima di venire alle mani. Nei pressi della Sardegna Arena sono dovuti intervenire le forze dell’ordine per separare i tifosi. Il bilancio è di un ferito lieve, allo stato attuale non risultano fermati nè persone che siano dovute ricorrere alle cure mediche.

Cagliari-Bologna 2-0, Inzaghi non sfata il tabù trasferta

Serie A, ottava giornata. I rossoblù emiliani cadono sotto i colpi di Joao Pedro e Pavoletti

Bologna, 6 ottobre 2018 – Il Bologna affonda alla Sardegna Arena. Castro fa impazzire gli ospiti e con due cross al bacio innesca le reti di Joao Pedro e Pavoletti che stendono gli emiliani. Alla ricerca della prima vittoria in trasferta della stagione Filippo Inzaghi dà fiducia alla stessa squadra che nel giro di una settimana ha battuto al Dall’Ara prima la Roma e poi l’Udinese.

L’unica eccezione nell’undici titolare è rappresentata dalla presenza di Dijks per Krejci. Orsolini, che domenica ha festeggiato il primo gol in serie A, parte ancora dalla panchina pronto a dare una mano da subentrante in caso di bisogno. E bisogno di una mano il Bologna l’avrebbe da subito.

Cagliari-Bologna 2-0, tabellino e pagelle

MARCATORI: 22′ Joao Pedro (C), 67′ Pavoletti (C)

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 6.5; Srna 6 (dal 27′ Faragò 6), Romagna 6.5, Pisacane 6.5, Padoin 6.5; Ionita 6 (dal 75′ Dessena sv), Bradaric 6.5, Barella 7; Castro 7.5; Joao Pedro 7 (dall’87’ Farias sv), Pavoletti 6.
A disposizione: Aresti, Daga, Rafael, Ceppitelli, Andreolli, Pajac, Cigarini, Cerri, Sau.
Allenatore: Maran.

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski 6; Calabresi 6, Danilo 5, De Maio 5.5 (dal 61′ Orsolini 6); Mattiello 6, Svanberg 5, Nagy 5, Dzemaili 6, Dijks 5 (dal 46′ Krejci 5); Falcinelli 5 (dal 75′ Okwonkwo sv), Santander 5.
A disposizione: Da Costa, Santurro, Gonzalez, Mbaye, Paz, Donsah, Pulgar, Valencia, Destro.
Allenatore: Inzaghi 5.

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

NOTE: ammoniti De Maio (B), Pisacane (C), Dijks (B), Dessena (C, dalla panchina)

La divisa ufficiale del Cagliari calcio per i tifosi cagliaritani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *